Antifurto, antieffrazione, antiscasso: scegli il sistema di sicurezza più adatto per la tua casa

Antifurto, antieffrazione, antiscasso: scegli il sistema di sicurezza più adatto per la tua casa

Una delle caratteristiche fondamentali di un infisso è la sua capacità di proteggere la nostra casa dai tentativi di effrazione. Per questo, come abbiamo visto in questo post, quando si sceglie un infisso è importante informarsi sulla sua classe di resistenza, ovvero sulla sua capacità di resistere a un tentativo di effrazione portato avanti con mezzi più o meno complessi per un periodo di tempo più o meno lungo.
Non bisogna dimenticare, però, che gli infissi non sono l’unico elemento che ci consente di proteggere efficacemente un’abitazione: per ottenere un livello di sicurezza ottimale è necessario integrare tante componenti diverse – dagli infissi alle tapparelle, dai sistemi di allarme alle recinzioni – che devono cooperare tra loro per consentirci di raggiungere il livello di sicurezza che riteniamo ottimale. Questo livello, poi, non può essere stabilito a priori, ma dipende da tantissimi fattori: esigenze personali, composizione del nucleo familiare, tipologia dell’abitazione da proteggere, valore dei beni che si trovano all’interno della casa…

Un sistema di sicurezza davvero efficace, quindi, richiede l’integrazione di tante componenti diverse: vediamo insieme quali sono alcuni degli elementi fondamentali a cui prestare attenzione.

 

Serramenti e infissi di sicurezza per proteggere la tua casa dalle effrazioni

Per sentirsi protetti all’interno della propria casa è necessario rispettare alcune basilari regole di sicurezza ed essere sicuri di aver installato infissi capaci di proteggerci dai tentativi di effrazione. Come abbiamo detto, ogni infisso ha una specifica classe di resistenza (definita tramite una scala che va da RC1, la più bassa, a RC6), e nelle abitazioni è bene installare infissi che abbiano classe di resistenza RC2, RC3 o RC4.

Se nella tua casa sono installati infissi con classe di resistenza minore, oppure se le tue porte e finestre sono molto vecchie, mostrano segni di usura o si chiudono con difficoltà, potrebbe essere arrivato il momento di valutare la loro sostituzione.

Installare una porta d’ingresso blindata è un altro intervento fondamentale per far crescere il livello di sicurezza della tua casa. Le tipologie di blindatura disponibili sono moltissime, e permettono alle porte di resistere a tentativi di effrazione effettuati anche con mezzi potenti, come ad esempio trapani e altri strumenti a percussione. Oltre alle porte, esiste la possibilità di blindare anche le finestre (in questo caso, la serratura generalmente viene installata sulla maniglia interna). A questo proposito va ricordato che le finestre e le porte-finestre che affacciano su balconi e terrazzi sono un punto particolarmente sensibile per la sicurezza di una casa, perché costituiscono una delle vie d’accesso preferite dai ladri. Installare finestre blindate anche solo in questi punti particolarmente a rischio può consentirti di far crescere sensibilmente la sicurezza della tua casa anche a fronte di un intervento non troppo radicale.

Oltre alle finestre blindate, esistono in commercio moltissimi tipi di finestre di sicurezza: ci sono modelli che montano particolari dispositivi anti-scardinamento in diversi punti del telaio, modelli che propongono vetri resistenti allo sfondamento e all’effrazione, o ancora finestre con sistemi che rendono impossibile lo smontaggio del vetro.

Un ultimo punto a favore dell’installazione di porte e finestre blindate, di qualità e con elevata classe di resistenza all’effrazione è che queste tipologie di infissi garantiscono anche un ottimo isolamento termico e acustico: scegliendo infissi di questo tipo, quindi, puoi rendere in un solo colpo la tua casa più sicura, più confortevole e più efficiente a livello energetico.

 

Altri dispositivi meccanici di sicurezza

Se le caratteristiche e la posizione della tua casa lo richiedono, esistono ulteriori dispositivi meccanici di sicurezza che possono accompagnare o sostituire l’installazione di infissi antieffrazione. È il caso, ad esempio, delle inferriate o delle tapparelle blindate, che costituiscono un validissimo deterrente soprattutto per i ladri meno esperti.

Le inferriate sono costituite da sbarre in acciaio che coprono tutta la larghezza della porta o della finestra, fissandosi al muro sui due lati. Sono un dispositivo di sicurezza molto efficace, che però purtroppo ha un alto impatto dal punto di vista estetico. Per questa ragione esistono in commercio inferriate apribili, che possono essere chiuse solo quando si esce di casa o quando si progetta di lasciare l’abitazione per un periodo lungo.

Le tapparelle blindate, invece, hanno il vantaggio di essere del tutto simili alle tapparelle tradizionali, quindi il loro impatto dal punto di vista estetico è decisamente basso, a fronte di un sensibile aumento del livello di sicurezza. Le tapparelle blindate, come quelle classiche, consentono inoltre un buon ricircolo dell’aria, lasciano passare la luce e permettono di guardare all’esterno senza essere visti: tutti elementi fondamentali per la vivibilità e la sicurezza.

 

Serrature antiscasso: la sicurezza passa anche dalla serratura

Scegliere infissi resistenti e robusti è essenziale per far crescere il livello di sicurezza della tua casa, ma per essere davvero tranquilli è molto importante installare anche serrature antiscasso, che garantiscano una buona resistenza all’effrazione. Per un ladro, infatti, forzare una serratura o rimuovere del tutto il cilindro è senz’altro meno rischioso, meno complesso e meno rumoroso che scardinare l’intero infisso, quindi una serratura poco sicura sarà senz’altro il primo punto debole su cui si concentrerà la sua attenzione.

Per risolvere questo problema sono disponibili sul mercato serrature di sicurezza particolari, che non solo sono particolarmente resistenti allo scasso ma che, in alcuni casi, integrano un particolare sistema di blocco che si attiva quando si estrae il cilindro, rendendo impossibile aprire la porta.

 

Sistemi antifurto e sicurezza

Un ulteriore aiuto per la sicurezza delle nostre case ci viene dato dall’installazione di sistemi di allarme, che possono essere di diverse tipologie. Esistono, ad esempio, sistemi di allarme cablati e sistemi di allarme wireless (che, in alcuni casi, possono anche essere controllati da remoto attraverso specifiche app scaricabili sul proprio smartphone). Un’altra fondamentale distinzione è quella tra sistemi di allarme perimetrali – che sono in grado di registrare le attività sospette che avvengono attorno al perimetro della casa e di attivarsi ancora prima che il malintenzionato entri nell’abitazione – e sistemi di allarme volumetrici, che scattano quando registrano la presenza di persone in determinate aree dell’abitazione.

Tutti i sistemi di allarme sono basati sulla presenza di sensori che, se attivati, trasmettono l’informazione a una centralina che mette in atto una serie di azioni, come far scattare una sirena, far partire una chiamata alle forze dell’ordine o inviare una notifica direttamente al tuo telefono. Questi sensori possono essere collocati all’interno della casa oppure direttamente sugli infissi, per segnalare l’ingresso di persone indesiderate o il tentativo di manomissione della struttura. I serramenti e i sistemi di allarme sono quindi le componenti fondamentali del sistema di sicurezza di una casa, e farli interagire in maniera efficiente è il miglior modo per avere una casa sicura, in cui la tua tranquillità e il tuo benessere siano garantiti.

Vuoi scoprire quali interventi sugli infissi possono rendere più sicura la tua casa?

I commenti sono chiusi